OBIETTIVI SMART UNA NUOVA COMPETIZIONE

Gli obiettivi SMART rappresentano una guida preziosa per la tua attività sportiva, soprattutto in questo periodo di quarantena forzata dovuta al COVID-19. Si tratta di un metodo di definizione degli obiettivi dove questi vengono messi al primo posto rispetto alle attività necessarie per il loro raggiungimento.

COSA SONO GLI OBIETTIVI SMART?

Come detto in precedenza, definire in maniera chiara gli obiettivi è importante tanto quanto avere degli obiettivi. Per poterli individuare in modo chiaro e strutturato, gli anglo-americani hanno pensato di racchiuderli all’interno dell’acronimo S.M.A.R.T. Andiamo a vedere nel dettaglio di cosa si tratta: 

obiettivi SMART
  • Specific (specifico). Un obiettivo deve essere molto preciso
  • Measurable (misurabile). In quanto specifico deve poter essere misurato
  • Achievable (raggiungibile tramite azioni). Quali sono le azioni che secondo me sono utili nel raggiungimento del mio obiettivo.
  • Relevant (rilevante). Da 1 a 10, quanto è importante per me raggiungere questo obiettivo?
  • Time-based (definibile nel TEMPO). Datevi una data di scadenza sul lungo periodo (dai tre mesi in poi) perché solo in questo lasso di tempo è possibile valutare se c’è stato un miglioramento effettivo oppure no. In mezzo inserite delle valutazioni e dei micro-obiettivi di breve periodo e di medio periodo. Queste valutazioni vi aiuteranno a capire se la vostra strategia e le vostre azioni vanno bene oppure se c’è da cambiare qualcosa!

UNA NUOVA COMPETIZIONE: L’IMPORTANZA DEGLI OBIETTIVI A CAMPIONATI FINITI 

Stagione finita. Questa è la decisione (ampiamente condivisibile) della F.I.P. (Federazione Italiana Pallacanestro). In questo periodo di pandemia, nella scala delle priorità, la salute si posiziona al primo posto. Ecco quindi che competizioni quali, le Olimpiadi di Tokyo 2020 sono state annullate e posticipate al 2021, il March Madness NCAA, l’evento sportivo Universitario più seguito d’America, è stato chiuso e molti studenti non hanno potuto giocarsi la loro unica possibilità di competere per un titolo nazionale, la LBA (Lega Basket Serie A) è stata annullata e tanti altri campionati di altri sport hanno fatto lo stesso. Cosa può succedere in questo momento ad un atleta che, dopo numerosi allenamenti ed impegno profuso, si vede annullate le competizioni che prepara da tempo?

RIDEFINIAMO LA COMPETIZIONE

L’attuale contesto ci costringe a rivedere il significato della competizione portandoci, per assurdo, a riscoprirne gli aspetti più sani. Di fatto, in questo momento, l’unica persona con la quale posso competere sono me stesso, quindi l’unico atleta di cui mi devo prendere cura sono proprio io, con le mie risorse, i miei limiti e le mie possibilità di miglioramento. Troppo spesso, a stagione regolare in corso, l’attenzione dei giovani atleti si dirige verso gli avversari piuttosto che verso sé stessi perdendo così l’opportunità di lavorare su qualcosa che dipende direttamente da me, piuttosto che da terze persone.
Quindi, la prima cosa da fare come atleti in questo momento, è concentrarsi sul proprio percorso di allenamento, di crescita personale e sui propri obiettivi SMART. La competizione è con noi stessi, solo così potremo migliorare!

L’IMPORTANZA DEGLI OBIETTIVI

La gestione e definizione degli obiettivi con il metodo SMART è un’attività pratica che ci aiuta a tenere gli occhi sulla strada, anche quando le condizioni attorno a noi si fanno molto difficili.

Tra i vantaggi principali dell’aver definito degli obiettivi SMART ritroviamo:

  • mantenimento della motivazione anche sul lungo-medio periodo. Avere degli obiettivi aiuta a restare “sul pezzo” visto che sappiamo quello che stiamo cercando di ottenere, aiutandoci a mantenere buoni livelli di motivazione;
  • mantenimento della concentrazione. Avere degli obiettivi chiarisce su quali aspetti mi devo focalizzare durante il mio lavoro senza disperdere energie e tempo, ma scegliendo con precisione su cosa concentrarsi;
  • gestione delle emozioni spiacevoli derivanti dalle difficoltà. Avere degli obiettivi aiuta quando, proprio per raggiungerli, devo magari svolgere esercizi ripetitivi o che possono sembrare noiosi. Avere obiettivi aiuta anche quando ci sono errori che, inizialmente, potrebbero farci mollare, ma con un obiettivo in testa siamo determinati a superare, sapendo che fanno parte del nostro percorso di crescita. Anzi, in alcuni momenti, soprattutto all’inizio, alcuni errori potrebbero addirittura essere “calcolati” e voluti visto che, magari, sto sperimentando allenamenti nuovi e particolari ai quali abituarsi;
  • mantenimento dell’attenzione su di sé e sulle proprie capacità. Come detto nel paragrafo precedente, gli obiettivi aiutano a dirigere l’attenzione verso di sé;
  • possibilità di valutazioni intermedie e di intervenire sulla strategia senza buttare via il lavoro svolto in precedenza. Avere obiettivi non significa avere una strada diritta e senza ostacoli ma spesso significa fermarsi, valutare, aggiustare qualcosa e poi ripartire. Il processo di lavoro sull’obiettivo è spesso dinamico e ricco di modifiche che si possono fare solo avendo chiara una meta ben precisa: l’obiettivo per l’appunto.

OBIETTIVI BUONI E OBIETTIVI DISTRAENTI

Esistono due principali tipi di obiettivo: 

  • obiettivi di prestazione; 
  • obiettivi di risultato.

Abbiamo già parlato su queste pagine della differenza tra prestazione (quello che sono capace di fare) e risultato (le medaglie e i riconoscimenti che ottengo con le mie capacità) quindi dovremmo già sapere che nella gestione degli obiettivi quelli di prestazione (e definiti in maniera SMART) ci aiutano a migliorare di più, sul lungo periodo, rispetto a quelli di risultato. Vista l’attuale situazione di assenza di partite e il lungo periodo di attesa in corso, è importante darsi obiettivi di prestazione, cioè dedicarsi ad apprendere capacità!

OBIETTIVI S.M.A.R.T. UN ESEMPIO

SPECIFICI MIGLIORARE IL CAMBIO DI MANO TRA LE GAMBE
MISURABILI Si                                        No □       (torna indietro)    Come faccio a misurarlo? CONTO QUANTE VOLTE CAMBIO MANO IN 1 MINUTO    
AZIONI PER RAGGIUNGERE OBIETTIVO FACCIO CAMBI DI MANO PER 1 MINUTO CONTO I CAMBI DI MANO LO RIFACCIO CERCANDO DI FARNE DI PIÙ MI SEGNO COSA POSSO FARE MEGLIO
RILEVANTE Da 1 a 10 per me è importante…9…….
TEMPORIZZABILI BREVE PERIODO 10 GIORNI: BATTERE IL MIO RECORD
MEDIO PERIODO 1 MESE: BATTERE IL RECORD PRECEDENTE
LUNGO PERIODO 2 MESI: BATTERE RECORD PRECEDENTE CON GLI OCCHI CHIUSI

BUON LAVORO!

Buon lavoro a tutti.

Bene! Ora che avete un po’ di informazioni in più siete pronti ad affrontare questa mancanza di competizioni dedicandovi alla competizione più intensa, profonda ed affascinante dello sport: la competizione con voi stessi! Non abbiate paura a chiedere aiuto e consigli ai vostri allenatori, un punto di vista esterno fa sempre comodo!