Primo stop con Gardolo

[match id=268]

Parziali: 19-23, 21-23, 12-16, 13-22

San Marco Rovereto: Brunori 8, Lusente 4, Paissan 18, Basso 5, Pomarolli 10, Caproni 4, Santilli 5, Todeschi 11, Zamboni, Novali, Venco, Benedetti. Coach Ziggiotto

Basket Club Gardolo: Baftiri 21, Fronza 7, Bjedic 23, Mosna 9, Rodler 2, Casagrande 8, Lucchini 10, Pederzolli 2, Gambino 2, Mattedi, Consoli, Bertoluzza. Coach Caracristi, Vice Leonardelli.

E' la corazzata Gardolo a imporre al San Marco il primo stop stagionale. Dopo una gara bruttina, con tanta confusione, tipicamente da inizio stagione, in campo e meccanismi tutti da oliare, gli ospiti fanno valere la maggiore esperienza e la concretezza degli uomini chiave. 

In casa San Marco assenti Rosani e Mazzuccato, il quintetto iniziale è composto da Brunori, Novali, Lusente, Todeschi e Paissan. Gardolo lamenta l'assenza di Pedrotti sotto le plance, ma il quintetto iniziale rivela subito la profondità del roster: Fronza, Mattedi, Bjedic, Casagrande, Baftiri.

E' soprattutto quest'ultimo nel corso del match a dare del filo da torcere ai padroni di casa, trovando con continuità la retina e garantendo soldità e ordine in campo. 

Sul fronte opposto si segna quasi esclusivamente dalla lunetta , ma è il solo Paissan ad attaccare con costanza e decisione il ferro. 

All'intervallo si arriva in sostanziale equilibrio, i sei punti di vantaggio non permettono sonni tranquilli a Gardolo, 

Dopo l'intervallo lungo sale in cattedra Bjedic, che sembra immarcabile per i roveretani. Il vantaggio scivola oltre la doppia cifra e la partita pare chiudersi senza possibilità di recupero, e invece…

e invece ci sono ancora forze per imbastire una rimonta, finalmente la pressione difensiva aumenta costringendo i gialli a palle perse e soluzioni a bassa percentuale. Palloni recuperati e buona difesa non sono però purtroppo accompagnati dalla dovuta lucidità offensiva, castrando la rimonta fino all'illusorio -6 di inizio quarta frazione. Ma non basta, le energie spese per il tentativo di rimonta si fanno sentire e gli ultimi 3 minuti non ce n'è proprio più per i padroni di casa.

Si conclude con poca lucidità una partita finalmente probante, che ha mostrato luci, ma soprattutto ombre, di una squadra ancora alla ricerca della quadratura, ma con un ottimo atteggiamento, che permette di guardare ai prossimi appuntamenti con fiducia!

Ultimo turno del girone di qualificazione della coppa TAA mercoledì sera a Villazzano, per conquistare con una vittoria l'accesso alle final four del 13 e 14 ottobre prossimi!

Alla pagina risultati e classifiche la situazione aggiornata della coppa, con classifica e risultati.

Lascia un commento