Peccato!

[match id=182]

JUNIOR BASKET ROVERETO: Salvetti A. 15, Dell’Uomo M. 4, Noro E. 4, Zandonai L., Zendri F., Ceola E. 1, Tomasoni G. 8, Andrighettoni A. ne, Piccoli F. 11, Gottardi D. ne.

G.S. ARCOBASKET: Macella M. ne, Ferrari G. 14, Detoni M. 13, Miori R. ne, Falcone C. 4, Santorum P. 7, Righi M. 2, Tommasini D. 4, Bardelloni O., Betta P. 2.

Non riesce l’assalto alla vetta della classifica del girone sud del campionato di promozione da parte dei ragazzi guidati in panchina dall’ottimo Gottardi.

Ancora una volta i JBRs si trovano ad affrontare la forte formazione della busa a ranghi largamente rimaneggiati e questo alla lunga è stato pagato, soprattutto in termini di produzione offensiva.

L’inizio è equilibrato, con le squadre che segnano poco, pur mostrando un basket apprezzabile; il primo strappo, che si rivelerà anche quello decisivo è tutto nella difesa a zona piazzata dagli ospiti a partire dalla metà del primo parziale. Sui padroni di casa cala la nebbia o meglio, inizia un violento litigio con il ferro, con l’evidente risultato che tra la metà del primo quarto e il quindicesimo minuto di gioco Arcobasket accumula undici punti di distacco.

A metà del secondo quarto finalmente la secca finisce e JBR concretizza alcune palle rubate e alcune azioni, a scardinare la zonaccia. Arco ritorna a difendere a uomo e solamente una sciagurata gestione dell’ultimo possesso del primo tempo costa il -4 a JBRPromotion.

Poco male, i ragazzi di casa inaugurano il terzo periodo da dove avevano lasciato all’intervallo, intensità difensiva, palloni recuperati e qualche svagatezza offensiva, la partita torna presto sui binari dell’equilibrio e le squadre is affacciano all’ultimo quarto con un punto di differenza e l’inerzia del match ancora tutta da decifrare.

Il tema del match è chiaro, Arco sulle spalle degli ottimi Detoni e Ferrari, con un netto predominio a rimbalzo (quanti secondi tiri concessi!!) e i padroni di casa arroccati in una solidissima difesa, premiata purtroppo con poca puntualità dalla fase offensiva. Ed è proprio su questo leitmotiv che si decide il match, all’alba dell’ultimo giro di lancette gli ospiti trovano quei canestri a decidere la sfida che invece mancano nel paniere dei blu di casa.

Ci sarà tempo e modo di rifarsi! Prossimo appuntamento mercoledì prossimo 14 marzo, ancora in casa, alle 21 e 15, contro Blue Bear Villazzano.