Partita “tecnica” al Palachiesa

[match id=174]

Srotolando le statistiche si contano: 5 falli tecnici, 4 antisportivi, 1 espulsione. 

Il resto è stato solamente del basket giocato. Se di derby si doveveva trattare, derby è stato.

Partenza sprint per il quintetto messo in campo da coach (ndw.”addetto alle risorse umane”) Gottardi, che nel primo quarto ne segna 25 agli avversari, mostrando anche una buona difesa, facendo subito capire che la vittoria era l’unico risultato possibile. E con un bel gioco. 

Peccato che le premesse dei primi dieci minuti, siano state messe in forte dubbio nei secondi. Da entrambe le parti cominciava ad aleggiare un’aria di non gioco che stupiva anche chi guardava la partita dagli spalti.

Al riposo il margine di vantaggio del JBR è di sette lunghezze.

Il terzo quarto vede il ritorno di un po’ di brio nel gioco, ma, se in casa JBR sembrava che tutti i bonus fossero stati spesi nel primo quarto, questo non avviene sull’altra sponda del leno, con Endas che torna alla carica e, tra un tecnico e l’altro, risale la china fino a riuscire non solo a pareggiare il confronto, ma a portarsi, anche se solo di un punto, in vantaggio.  

Impattata la partita, si capisce ormai che la sfida sarà punto a punto fino alla fine. La determinazione e la lucidità dei padroni di casa nel portare a casa la vittoria sono risultate poi determinanti al fine del risultato. Senza mai perdere i nervi, anche nei momenti più delicati, il JBR ha saputo far vedere di che pasta è fatto, mandando ancora una volta un messaggio all’Arcobasket: per la vittoria in regoular season, ci siamo anche noi!

Il confronto termina con un +12 sul tabellone , più che meritato, per Zandonai&Co.

Il Barone