Il sogno interrotto, Riva passa al palaJBR

Si infrange sullo scoglio Virtus Riva il sogno playoff  di JBRPromotion.

Partita di buoni contenuti tecnici e di agonismo, il doppio arbitraggio non si sente e in campo viene concesso qualche contatto più maschio del lecito.

Concentrazione, concretezza e obiettivo +13 sono le parole d’ordine della vigilia per i padroni di casa; la concentrazione per evitare di incappare in brutti cali di tensione, come accaduto qualche giorno prima in quel di Avio, la concretezza per portare a casa percentuali dignitose dal campo e scelte  sensate durante il match, +13 per ribaltare la differenza canestri.Detto…fatto, per 23 minuti il copione è eseguito e rispettato alla lettera, buone scelte, intensità, aggressività e si, anche il +13, +14 in verità e partita sui binari migliori.

Basta poco, e il tempo di una tripla, e 6 possessi finiti nel muro, e quanto di buono costruito fino a quel momento si scioglie come neve al sole. Nel breve volgere di qualche minuto si perdono il +13, le buone scelte, la concretezza e l’intensità, per ritrovarsi senza appello in ritardo di qualche punto, ritardo che fatalmente si trascina fino alla sirena finale.

Decretata quindi l’esclusione dai playoff, una delusione che non va concentrata esclusivamente nella partita odierna, persa contro una squadra solida ed esperta, ma da distribuire nell’arco della stagione dove si contano sconfitte che pesano.

Prossimo appuntamento a Pergine, per concludere al meglio la stagione e vendicare la pesante sconfitta dell’andata.

Lascia un commento