E la semifinale è servita!

Chiude la serie il San Marco di coach Ferraglia, che si impone anche in gara 2 nei quarti di finale dei playoff di serie D.

A Bressanone i padroni di casa non hanno nulla da perdere e portare i roveretani alla bella sarebbe già oltre gli obiettivi di inizio stagione.

E per metà partita la sfida resta in equilibrio, al riposo si va con gli altoatesini avanti di 2 lunghezze, con Todeschi e compagni che faticano ad imporre il proprio ritmo e la propria intensità in campo.

Dopo l’intervallo lungo finalmente si vede il giusto piglio, basti pensare ai soli 12 punti concessi dai roveretani nei secondi 20 minuti, chiaro segnale di difesa più arcigna e difficoltà conseguente a trovare punti facili per Bressanone.

Finisce con un eloquente 61 a 40 per il San Marco, che vola in semifinale, dove troverà il CUS Trento, la squadra che probabilmente soffre di più, dotata non solo di validi elementi tecnicamente, ma anche di una fisicità pari forse alla corazzata Europa, la quale, per inciso, è andata a perdere sul campo della giovane Virtus Riva del Garda.

Ancora una bella prova di Bumbli, in crescita costante nelle ultime partite, e ancora un segnale chiarissimo dal campo: la difesa e l’intensità fanno tutta la differenza del mondo, soprattutto in partite di playoff nelle quali tutte le avversarie giocano con il coltello tra i denti!

Lascia un commento