LA SOCIETA’

Junior Basket Rovereto e San Marco Basket

La storia di San Marco Basket e Junior Basket Rovereto

Il San Marco Basket nasce nel 1969 con il nome di società sportiva G.S. San Marco Rovereto occupandosi inizialmente del settore femminile. Nel 1992 assorbe il settore giovanile dell’ex Endas Marsilli, dedicandosi progressivamente solo al settore maschile.

La società del San Marco vuole essere la prosecuzione dell’Endas Marsilli, che negli anni ’80 e ’90 è passato dalla serie D alla serie B2, avendo numerosi atleti e allenatori di importanza nazionale.

Con l’intervento del San Marco è stato dunque possibile salvare il patrimonio umano del basket roveretano, arrivando nel 1997 a rinnovare e ampliare lo staff tecnico-dirigenziale della società.

La società ha così assunto il nome definitivo di San Marco Basket, affidando il ruolo di presidente al dottor Manfred Pfaender e tributando il ruolo di presidente onorario a Gianpaolo Ferrari, custode della storia del sodalizio fin dalla sua creazione.

Lo Junior Basket Rovereto, ha una storia molto più giovane, nasce infatti il 23 maggio 2008, con lo scopo di diffondere il minibasket nella città della quercia e di contribuire al rilancio del basket roveretano in un momento di difficoltà.

Dai primi passi dell’anno zero l’associazione si è strutturata e sull’onda della grande passione ed entusiasmo si è passati dagli iniziali 20 tesserati agli oltre 200 attuali.

Il consiglio direttivo del JBR è presieduto dal Presidente dottor Bruno Vettori e dal Vicepresidente Nicola Marasca ed è composto dai consiglieri Alessandro Bartolini, Michele Osvald e Claudio Venco.

Dello staff operativo fanno parte, oltre ai già citati Alessandro Bartolini con il ruolo di dirigente responsabile, Claudio Venco, responsabile dell’area tecnica e Michele Osvald, dirigente responsabile del centro minibasket, anche Sandra Giovanella, preziosa collaboratrice per la parte grafica e del periodico “Lo Spicchio”, Alessandro Tovazzi e Marco Bortuzzo a occuparsi del sito internet www.juniorbasketrovereto.net e ultima, ma di sicuro non per importanza, la segretaria Gianna Bortolotti.

Dal settembre 2013, dopo la cessazione dell’attività da parte di Minibasket Vallagarina 2005, Junior Basket Rovereto ha unito sotto un’unica bandiera il minibasket roveretano.

L’attività si pone come obiettivi primari quello di portare il minibasket vicino alle famiglie grazie agli apprezzati centri periferici e quello di formare allo stesso tempo a Rovereto le squadre monoannata, linfa del basket roveretano del futuro.

La collaborazione tra San Marco Basket e Junior Basket Rovereto

E’ dell’estate 2012 la nascita della collaborazione tra le due società; JBR e San Marco Basket hanno stipulato un accordo fondamentale per la crescita del movimento cestistico roveretano.

Grazie a questo accordo San Marco Basket e Junior Basket Rovereto hanno messo come punto centrale la costruzione di un percorso di crescita condiviso, armonico e graduale, che accompagni i giovani atleti dai primi passi nel mondo del minibasket, alla prima squadra, dai 4 anni in poi.

L’operatività del progetto è garantita da un comitato congiunto composto da Lorenzo Zandonai e Alessandro Todeschi per San Marco Basket e da Claudio Venco e Alessandro Bartolini per Junior Basket Rovereto.

Il comitato congiunto si occupa della programmazione dell’attività, di indirizzare le scelte tecniche e di dare un’impronta alle scelte delle società, ma è soprattutto l’interfaccia fra le due realtà, a garanzia che le scelte siano sempre condivise con l’obiettivo di dare a ogni atleta il percorso più armonico possibile, adatto alle proprie attitudini e capacità e con un’offerta qualitativa importante.

Sotto i colori del JBR vengono coperte tutte le categorie del minibasket (pulcini, scoiattoli, aquilotti ed esordienti) grazie all’aiuto di istruttori appassionati e qualificati, e le categorie under 13 e under 14 oltre all’agguerrita squadra di promozione maschile.

Con i colori storici del San Marco giocano invece le rappresentative dell’under 16, under 18 e under 20, nonchè la prima squadra che milita nel campionato di serie D.

cropped-cropped-cropped-banner-JBR-ok.png

L’unione delle forze

  1. Nasce una nuova realtà

L’attività di minibasket e basket finora gestita in collaborazione, ma con strutture separate da San Marco Rovereto e Junior Basket Rovereto, prosegue unita sotto un unico tetto.

La voglia di unire le forze e di collaborare appieno ha permesso di superare anche le difficoltà più grandi, come ad esempio la scelta del nome, scegliere il più storico o il più recente, il più conosciuto o il meno conosciuto, passando per la ricerca di una struttura societaria ottimale, che fosse aperta a tante istanze, che accogliesse entusiasmo e idee.

Tutti gli ostacoli sono stati superati grazie al comune volere di mettere al primo posto la crescita e la continuità del movimento cestistico cittadino favorendo con un primo importantissimo passo la realizzazione di questa unione sotto il nome Junior Basket Rovereto.

  1. Il percorso e le motivazioni

Quattro anni di collaborazione intensa hanno preceduto questo momento molto importante, quattro anni che possono rappresentare le prove prima del matrimonio, se così si può dire. Insieme abbiamo scelto allenatori, staff tecnico, palestre e istruttori, coinvolto dirigenti, scelto e acquistato materiale, deciso quote di iscrizione, orari, campionati e gruppi.

L’accordo di collaborazione scadeva con la stagione appena conclusa e grazie alla disponibilità e all’impegno di tutte le persone coinvolte si è potuta scegliere la strada più ambiziosa, unendo completamente le forze, rinunciare per il bene del movimento cittadino al nome storico San Marco e accogliere parte della dirigenza del San Marco in Junior Basket Rovereto.

Una strada impegnativa, ma anche molto stimolante, che crediamo essere la migliore per crescere e migliorare insieme. Un sogno che avrebbe voluto veder realizzato il compianto presidente Pfaender, purtroppo mancato prematuramente, sogno al quale ha contribuito l’amministrazione comunale, con l’impegno e il sostegno costante da parte dell’assessore allo sport Mario Bortot.

  1. I numeri della nuova realtà

La nuova realtà avrà dimensioni importanti, come di sicuro poche altre associazioni sportive possono vantare, oltre 300 atleti tesserati, 17 gruppi, dai più piccoli pulcini della scuola materna ai senior della prima squadra che parteciperà al campionato di promozione maschile, mentre altri 9 saranno i campionati e i trofei giovanili a cui prenderanno parte le nostre squadre.

Il direttivo va a comporsi di 7 componenti, insieme al presidente Bruno Vettori e al vicepresidente Nicola Marasca ci saranno il dirigente responsabile Alessandro Bartolini, Lorenzo Zandonai nelle vesti di direttore sportivo, Massimo Benedetti responsabile di eventi e comunicazione e infine, ultimi, ma non certo per importanza, Claudio Venco e Michele Osvald a occuparsi del minibasket.

  1. Obiettivi

La prima fondamentale scelta del nuovo direttivo è stata quella di dotarsi di un responsabile del settore giovanile e la scelta è caduta su Alessandro Todeschi, che è già al lavoro con il direttore sportivo per mettere le basi per il raggiungimento degli obiettivi che ci siamo posti.

Il principale obiettivo della pallacanestro a Rovereto in questo momento è quello di ottimizzare le numerose potenzialità di istruttori ed allenatori che, nel corso di questi anni, hanno espresso l’esigenza di una figura di raccordo, di confronto e che potesse sintetizzare quanto svolto nelle numerose ore di palestra.

Il ruolo di Responsabile Tecnico, in questo contesto, è quello di essere strumento di questa sintesi, in modo da riuscire a creare un contesto educativo e sportivo ben definito, chiaro, preciso, coerente e soprattutto concreto, ovvero visibile nei comportamenti delle persone.

L’obiettivo di ottimizzare le potenzialità dello staff tecnico si potrà raggiungere grazie a momenti di confronto sia individuali che di gruppo, puntando sulla crescita, sull’impegno e sulla formazione delle persone che vivono la palestra insieme ai nostri giovani atleti.

Riassumendo possiamo dire che gli obiettivi tecnici al momento sono:

  • definire ed impostare un percorso condiviso e coerente, che aiuti il ragazzo nel suo progresso di crescita fisica, tecnica e mentale
  • alzare il livello tecnico medio degli atleti roveretani
  • Altri obiettivi, extra tecnici, invece sono:
    • la definizione di valori ed obiettivi educativi
    • il coinvolgimento delle persone nella vita della società (famiglie, ex atleti, ecc..)
    • la proposta di iniziative extra cestistiche che portino a riflessioni importanti rispetto all’educazione in generale (progetto basket e disabilità, progetto di aggiornamento sulle Life Skills, incontri con genitori, ecc..)

Obiettivi che vanno anche oltre l’attività in palestra: Junior Basket Rovereto vuole diventare un punto di riferimento nello sport in Vallagarina, attivando appunto iniziative per avvicinare la città allo sport, progettualità a livello socio educativo e proseguendo nell’importante collaborazione con le scuole.